NATURAFLORA PLUS - 60 capsule

24.50EUR  18.95EUR
 23% di sconto

Probiotico di alta qualità, composto dai ceppi batterici ad oggi ritenuti più importanti per mantenere il naturale benessere intestinale.

Grazie ad un confronto costruttivo tra:
MILO MANFREDINI (uno dei massimi esperti di Naturopatia, conosciuto e stimato professionalmente a livello nazionale; è autore di parecchie campagne di divulgazione della possibilità di incontro e integrazione tra Naturopatia e Medicina Ufficiale http://www.professionistibenessere.it)

Dott. SERGIO GARAU (uno dei massimi esperti di IdroColonTerapia, conosciuto e stimato a livello nazionale; è il presidente dell’AMICIT Associazione Medici Italiani Colon Idro Terapia http://www.idrocolon.it )

è stato formulato
NATURAFLORA PLUS, considerato da molti esperti del benessere IL MIGLIOR INTEGRATORE DI FERMENTI PROBIOTICI!

Ecco le sue straordinarie caratteristiche:

  • 12 miliardi di fermenti per capsula

  • 5 ceppi batterici di altissima qualità, riconosciuti come probiotici dal Ministero della Salute, in grado di sopravvivere a temperatura ambiente e di superare brillantemente la barriera gastro-duodenale.

  • prezzo fortemente contenuto rispetto alla reale qualità del prodotto: solo 21,00 euro per 60 capsule confezionate in blister.

1 sola capsula di NATURAFLORA PLUS contiene ben:

- 4 Miliardi di UFC (Unità Formanti Colonie) di Saccharomyces Boulardii
- 2 Miliardi di UFC di Lactobacillus Plantarum
- 2 Miliardi di UFC di Bifidobacterium Longum
- 2 Miliardi di UFC di Lactobacillus Acidophilus DDS-1
- 2 Miliardi di UFC di Lactobacillus Rhamnosus

Questi pregiati fermenti, grazie alle loro fantastiche proprietà, una volta entrati nell’organismo sono in grado di esercitare sul corpo umano benefici davvero eccezionali:

• Azione Contrastante sulla FLORA BATTERICA PATOGENA

• Azione Antimicotica (ANTI-CANDIDA)

• Azione Colonizzante Specifica nell’INTESTINO TENUE con conseguente impatto positivo sul Ripristino del Naturale Equilibrio

• Azione Colonizzante Specifica nell’INTESTINO CRASSO (COLON) con conseguente impatto positivo sul Ripristino del Naturale Equilibrio

• Azione Colonizzante Specifica delle VIE URINARIE con conseguente impatto positivo sul Ripristino del Naturale Equilibrio

• Azione Colonizzante Specifica dell’AMBIENTE VAGINALE con conseguente impatto positivo sul Ripristino del Naturale Equilibrio


NATURAFLORA PLUS è un prodotto unico, sicuro, naturale e notificato presso il Ministero della Sanità italiana.

Da solo oppure abbinato ad altri rimedi naturali o alla terapia consigliata dal proprio medico,
NATURAFLORA PLUS è un prodotto che può portare straordinari benefici.

Per le sue caratteristiche riequilibranti su tutto il tratto gastroenterico, sulle vie urinarie e sull’apparato genitale,
NATURAFLORA PLUS  è consigliato a tutte le persone che soffrono di:

• CANDIDA Vaginale Recidiva

• VAGINITI Batteriche Recidive

• CANDIDOSI Intestinale, Orale e Sistemica

• CISTITI Frequenti, Infiammazioni delle Vie Urinarie

• GASTROENTERITI Batteriche acute e/o frequenti

• DIARREA del Viaggiatore (prevenzione e/o trattamento)

• Calo delle DIFESE IMMUNITARIE

• GONFIORI Intestinali

• Alterazione del Naturale Transito Intestinale, DIARREA, STITICHEZZA, COLON
IRRITABILE.

• MORBO DI CHRON, DIVERTICOLI, COLITE ULCEROSA

• ALLERGIE, INTOLLERANZE ALIMENTARI

• REAZIONI AUTOIMMUNITARIE

• Patologie della Pelle, PSORIASI, DERMATITE ATOPICA

• ALOPECIA

• Difficoltà ad assimilare i Nutrienti Fondamentali, CARENZA VITAMINICA.


NATURAFLORA PLUS è davvero benefico per l’Intestino e questo effetto si ripercuote positivamente su tutto l’organismo!

Grazie alla sua ottima tollerabilità, può essere somministrato a neonati, pazienti anziani e durante il periodo di gravidanza e allattamento anche per lunghi periodi.
 

SCOPRI LE PROPRIETA’ DEI CEPPI BATTERICI CONTENUTI IN
NATURAFLORA PLUS!
 

4 Miliardi di UFC di Saccharomyces Boulardii
Saccharomyces Boulardii è un lievito probiotico, non patogeno, prodotto tramite un processo brevettato che gli permette di sopravvivere all’acidità gastrica e di resistere alla proteolisi. La temperatura ottimale per la sua proliferazione è di circa 30°C ed è capace di raggiungere rapidamente una concentrazione elevata nel sistema gastrointestinale, che rappresenta un ambiente ideale di proliferazione. Si mantiene a concentrazione costante nella sua forma vitale. Non viene attaccato in maniera negativa né inibito dagli antibiotici e non altera la flora naturale dell’intestino.
Saccharomyces Boulardii agisce come una flora temporanea per proteggere il sistema intestinale e mantenerlo in stato di buon funzionamento. Collabora con l’organismo per ristabilire la microflora. Nell’intestino, produce acido lattico e vitamine B, e allontana i ceppi di lieviti dannosi. Quando l’integrazione è interrotta, viene eliminato in qualche giorno.

La sua attività viene svolta attraverso l'inibizione della crescita di alcuni microorganismi "patogeni" (Staphylococcus, Escherichia coli, Proteus, Candida albicans, Shigella, Salmonella, Pseudomonas), la stimolazione dei meccanismi immunologici di difesa contro le infezioni (attivazione del sistema del complemento e stimolazione della fagocitosi), l'aumento dell'attività enzimatica (disaccaridasi) della mucosa intestinale, l'inibizione della produzione e dell'attività delle enterotossine patogene, la sintesi di vitamine del complesso B.

In Europa viene utilizzato da una decina di anni con queste indicazioni:
• Profilassi e trattamento del dismicrobismo intestinale indotto da antibiotici e sulfamidici e delle disvitaminosi da essi determinate.
• Terapia delle diarree acute a varia eziologia.
• Profilassi e trattamento delle "diarree del viaggiatore".
• Terapia del sindrome del colon irritabile con alvo alterato.
• Terapia delle candidosi del tratto gastroenterico.

2 Miliardi di UFC di Lactobacillus Plantarum
Questo batterio è molto resistente e può sopravvivere alle temperature più estreme, da poco sopra lo zero a quasi 140º F, così come ad un ampio spettro di pressione atmosferica. Secondo diversi esperti, il Lactobacillus Plantarum ha incredibili proprietà adesive che lo rendono un mezzo altamente efficace per combattere i batteri nocivi come Escherichia Coli e aiuta contemporaneamente a riparare la mucosa intestinale.

La ricerca ha suggerito che le proprietà uniche del Lactobacillus Plantarum lo rendono particolarmente utile per il trattamento di patologie come la Sindrome dell'Intestino Irritabile (IBS), Colite e Morbo di Crohn. Gli studi hanno anche dimostrato che L. Plantarum è resistente a ripetuti cicli di terapia antibiotica e, per questo, è particolarmente interessante per i pazienti con condizioni patologiche croniche intestinali che devono prendere gli antibiotici a causa di malattie correlate. Secondo Donna Gates, autore di 'The Body Ecologia Dieta', il L. Plantarum sopravvivendo agli effetti antimicrobici degli antibiotici può aiutare a mantenere la salute dell'apparato digerente, impedendo la crescita eccessiva dei lieviti.

I L. Plantarum, a dosaggi sostenuti, hanno la capacità di contrastare efficacemente i batteri gasogeni (clostridi e altri metanogeni) ristabilendo rapidamente l’eubiosi intestinale con remissione della sintomatologia.
Due recenti studi clinici provano chiaramente quanto sopra: il primo dovuto al Dr. S. Nobaek e collaboratori (2000), eseguito in doppio cieco su 60 pazienti affetti da IBS (colon irritabile) concludeva che il probiotico L. Plantarum dopo un trattamento durato 4 settimane “rapidamente e in maniera significativa riduceva la flatulenza“, e che il follow-up dei dodici mesi successivi evidenziava un migliore decorso rispetto ai pazienti non trattati.
Un secondo studio dovuto al Dr. K. Niedzielin e collaboratori ( 2001), randomizzando 20 pazienti con L. Plantarum aveva prodotto la risoluzione dei dolori addominali e un miglioramento di tutta la sintomatologia IBS.

Preoccupante, tuttavia, è l'evidenza che solo il 25% degli americani hanno sufficienti colonie di L. Plantarum nel loro intestino, di cui è quindi consigliabile una supplementazione alimentare.

Indicazioni terapeutiche a livello vaginale:
Il Lactobacillus Plantarum trova indicazione nelle "vaginiti e vulvo-vaginiti" in genere, in quanto i lattobacilli in esso presenti, impiantandosi e moltiplicandosi sulla mucosa vaginale, oltre a riportare all'equilibrio la flora batterica autoctona, antagonizzano indirettamente per competizione, la colonizzazione da parte dei germi patogeni. Il Lactobacillus Plantarum viene quindi utilizzato nella terapia topica delle infezioni vaginali sostenute da germi patogeni.
In particolare in vaginiti associate ad insufficienza ovarica, leucorrea ipofollicolinica, vaginiti infantili, vaginiti senili, pruriti vulvari, distrofia vaginale. Il Lactobacillus Plantarum viene usato anche come coadiuvante nel trattamento chemioterapico ed antibiotico nelle vaginiti da Trichomonas.

Proprietà farmacodinamiche a livello vaginale:
II Lactobacillus Plantarum costituisce parte integrante dell'ecosistema vaginale nella donna sana e rappresenta il principale meccanismo naturale di difesa contro lo sviluppo di microrganismi patogeni. Ciò si realizza principalmente attraverso la trasformazione, operata dai lattobacilli, del glicogeno delle cellule epiteliali in acido lattico, con abbassamento del pH vaginale a valori compresi tra 3.8 e 4.4, che sono ottimali per la crescita dei lattobacilli, ma sfavorevoli per la crescita di microrganismi patogeni. L'equilibrio dell'ecosistema vaginale può venire alterato sia in determinate situazioni fisiologiche o patologiche sia per cause iatrogene. La terapia antibiotica o sulfamidica per applicazione locale o generale, seppure essenziale per il trattamento delle vaginiti specifiche, provoca anche la distruzione della flora non patogena e perciò espone al rischio di recidive. Il Lactobacillus Plantarum consente di ricostituire la flora batterica, i lattobacilli una volta introdotti in vagina si moltiplicano rapidamente riportando il valore del pH in ambito acido. Il Lactobacillus Plantarum offre quindi la possibilità di ripristinare un habitat sfavorevole all'impianto e alla sopravvivenza dei germi patogeni, riducendone il numero dei ceppi e la concentrazione nelle forme aspecifiche di leucorrea e rappresenta un utile complemento della terapia chemioterapica nelle vaginiti specifiche per ripristinare, a fine trattamento, le condizioni fisiologiche dell'ambiente vaginale.

2 Miliardi di UFC di Bifidobacterium Longum
Isolato nel 1977, il Bifidobacterium Longum è il ceppo bifidobatterico umano i cui effetti benefici sono stati più studiati. È anche uno dei più conosciuti. Più di 40 articoli sono stati pubblicati in alcune riviste scientifiche, sottolineando soprattutto che migliora l’ambiente intestinale, aiuta a mantenere un sistema immunitario sano, a combattere le infezioni e favorisce la forza ossea.

Gli studi scientifici hanno soprattutto mostrato che il Bifidobacterium Longum:
• migliora la microflora intestinale delle persone anziane (il numero dei bifidobatteri è diminuito con l’invecchiamento) che, a sua volta, migliora l’ambiente intestinale e contribuisce alla buona salute del sistema gastrointestinale e, soprattutto, la resistenza alle infezioni;
• la somministrazione si traduce con un aumento significativo della proporzione di Bifidobacterium nella flora intestinale. Allo stesso tempo si osserva una riduzione dei prodotti di putrefazione, come l’ammoniaca;
• nel neonato prematuro con un peso ridotto stimola la colonizzazione da parte dei bifidobatteri e la formazione di una microflora di bifidobatteri, riducendo così le infezioni intestinali;
• determina un aumento della produzione di IgA totali e genera una resistenza all’infezione da Escherichia coli;
• ha un’azione immunostimolante (induce la produzione di anticorpi specifici e non specifici) e antinfettiva (i bifidobatteri producono acido acetico la cui potente azione battericida è responsabile della distruzione di batteri nocivi come l’Escherichia coli);
• previene la diarrea provocata dalla somministrazione di eritromicina o di altre antibioterapie;
• regola il transito intestinale delle persone costipate: migliora l’ambiente intestinale, soprattutto diminuendo il contenuto in ammoniaca delle feci, l’attività di certi enzimi fecali e aumenta la frequenza delle feci;
• stimola il sistema immunitario di persone anziane immunodepresse attivando i neutrofili e le cellule NK. Diminuisce così il rischio di infezioni, soprattutto dal virus dell’influenza;
• riduce significativamente i sintomi dell’allergia al polline del cedro del Giappone. Sembrerebbe agire opponendosi alle modifiche che la flora fecale subisce nel corso della stagione pollinica;
• rinforza la forza delle ossa, probabilmente rinforzando l’assorbimento del calcio.

2 Miliardi di UFC di Lactobacillus Acidophilus DDS-1
Durante gli ultimi 20 anni, nell'ambito del programma di ricerche sui probiotici presso l'università del Nebraska, più di 155 acidofili di varia produzione in USA e nel resto del mondo sono stati esaminati e catalogati. Circa l'80% di essi non rispondeva a numerosi requisiti. Quasi il 50% non conteneva nemmeno il 10% dei lattobacilli "vivi" dichiarati. Ad esempio se il prodotto dichiarava di avere 5 miliardi di batteri per grammo, di fatto non arrivava neanche a 500 milioni/g. Più del 40% conteneva più specie di acidofili e molti contenevano anche organismi potenzialmente patogeni. Questi risultati sono stati confermati anche da studi di altri centri di ricerca.
Un solo ceppo di L. Acidophilus, il DDS-1, coltivato e prodotto secondo specifiche procedure e condizioni, si rivelò altamente stabile anche in condizioni non ottimali di produzione e conservazione.
L. Acidophilus DDS-1 ha dimostrato in numerosi studi di essere ancora vitale all'80% dopo un anno dalla produzione e senza essere refrigerato, di poter attraversare indenne i tratti acidi dello stomaco e alcalini dell'intestino e, una volta giuntovi, di riuscire ad aderire alle sue pareti e proliferare.

In generale, l’assunzione di Acidophilus migliora digestione e assimilazione, e previene la
formazione di flatulenza e gonfiore post-prandiale; tende generalmente a migliorare o addirittura a risolvere i problemi di costipazione; fornisce al corpo l’enzima Lattasi (produce adeguate quantità di beta-galattossidasi), di cui molte persone sono carenti, aiutandole così ad assimilare i prodotti caseari, e ad avere così maggiori possibilità di utilizzare il calcio in essi contenuto; interviene nella assimilazione e produzione delle vitamine del gruppo B.

Il DDS-1 ha mostrato una potente attività antimicrobica, dovuta anche al fatto che esso produce due potenti antibiotici naturali, l'acidolina e l'acidophilina, in particolare è risultato efficace nei confronti di Escherichia Coli, Proteusmirabilis, i vari tipi di Clostridium, Salmonella, Shigella e Staphilococcus.
Il DDS-1 riesce a soppiantare radicalmente l'Escherichia coli presente nell'intestino (con evidente azione antidiarroica).
La ragione fondamentale di queste straordinarie proprietà del DDS-1 sta nel fatto che il DDS-1 è il ceppo batterico proprio dell'intestino umano, da cui è stato estratto e successivamente messo in colture adeguate. Così, ad esempio, mentre gli altri ceppi di acidofili proliferano ad una temperatura di 44°, il DDS-1 preferisce una temperatura di 37°, la temperatura del nostro corpo. Parleremo ancora in dettaglio di questo eccellente probiotico.

Tutte le proprietà del Lactobacillus acidophilus DDS-1
1 Produzione di enzimi - come la proteasi che aiuta le digestione delle proteine e la lipasi che aiuta quella dei grassi.
2 Produzione di vitamine del gruppo B che fungono da biocatalizzatori nelle digestione degli alimenti, particolarmente acido folico e B12.
3 Migliora la digestione .
4 Produce sostanze antibiotiche naturali - come l'acidofilina.
5 Inibisce la crescita di 23 specie di organismi che producono tossine.
6 Contribuisce a diminuire l'intolleranza al lattosio causata dalla carenza dell'enzima lattasi, producendo esso stesso significative quantità dell'enzima e quindi aiutando a digerire in modo più completo il lattosio e così riducendo la possibilità di alito cattivo, gonfiori, meteorismo, crampi e disturbi gastrici.
7 Riduce gli episodi di diarrea, le infezioni urinarie e vaginali.
8 Riduce l'incidenza di infezioni da lieviti (Candida).
9 Migliora il metabolismo del calcio ed ha un effetto sia preventivo che curativo sull'osteoporosi.
10 Riduce i livelli di colesterolo.
11 Migliorando l'equilibrio microbico gastrointestinale, contribuisce ad alleviare le dermatiti ed altri problemi della pelle.

2 Miliardi di UFC di Lactobacillus Rhamnosus
Lactobacillus Rhamnosus è un batterio anaerobico con una elevata capacità di produzione di acido lattico nell’intestino, e dunque in grado di acidificare il tratto intestinale, rendendolo adatto per i lattobacilli ma inospitale per i batteri patogeni.
Una volta ingerito, L. Rhamnosus, resite all'acidità gastrica, ai sali biliari ed è in grado di aderire alla mucosa gastrointestinale.
L'uso di Lactobacillus Rhamnosus ha dimostrato di alleviare o prevenire una serie di problemi di salute, compresa la costipazione, le infezioni del tratto urinario, la vaginosi batterica, e le vaginiti da candida. L. Rhamnosus può essere utilizzato anche per aiutare chi ha problemi digestivi cronici in correlazione a farmaci e altri probiotici.

La sua assunzione è consigliata ogni qualvolta ci sia necessità di ripristinare la flora batterica intestinale, anche nell'infante. Il Lactobacillus Rhamnosus, somministrato a bambini di diverse età, ospedalizzati e ambulatoriali, si è dimostrato in grado di ridurre la durata e la gravità della gastro-enterite acuta e il rischio di decorso prolungato, in particolare nelle diarree virali da rotavirus.
Recenti sperimentazioni hanno anche mostrato che è efficace la somministrazione ai lattanti di Lactobacillus Rhamnosus nella prevenzione della dermatite atopica.


NATURAFLORA PLUS contiene: Saccharomyces Boulardi, Lactobacillus Rhamnosus, Lactobacillus Plantarum, Bifidobacterium Longum, Lactobacillus Acidophilus DDS-1.


MODALITA’ D’USO: 2 capsule al giorno
CONTENUTO: 60 capsule da 350 mg



IMPORTANTE: Ogni tipo di parere è sempre espresso nei termini dell’energetica dei sistemi viventi e non dovrà mai essere ritenuto una diagnosi e non dovrà mai essere considerato un parere medico o scientifico.
Il presente documento non è prescrizione medica ma contiene una serie di suggerimenti di ordine Naturopatico. In caso di patologie accertate, prima di intraprendere qualsiasi trattamento, è sempre doveroso rivolgersi ad un medico.


Da inserire:

  • 4226 disponibilità in magazzino



Copyright © 2017 NutraLabs s.r.l. P.IVA 03275580367 - Powered by Zen Cart opzione.com -