GRANDI ABBUFFATE, COME DIGERIRE BENE?

Feste all’insegna di pranzi e cenoni? Se tutto questo ti ha lasciato con una sensazione di stomaco troppo pieno, stanchezza e sonnolenza, mal di pancia e spossatezza, corri ai ripari, cominciando a digerire meglio! 

Come digerire bene, in 5 regole
Sappi che il fatto di essere sempre energico o debole e stanco, di essere in sovrappeso o in splendida forma, l’invecchiare velocemente o lentamente, dipendono in gran parte dalla qualità della tua digestione, ovvero dalla tua capacità di trasformare il cibo in nutrimento ed energia.

Vediamo allora 5 regole per una digestione corretta.
Quali sono i fattori che rendono il cibo più o meno digeribile:

1. La masticazione
La masticazione rappresenta la prima fase della digestione. Ci aiuta a rendere l’alimento molto più digeribile e aiuta il nostro stomaco a svolgere bene le sue funzioni.
Se impariamo a masticare adeguatamente ci sentiremo meno gonfi e, avendo più consapevolezza, non rischieremo di mangiare troppo.

2. Frutta lontano dai pasti
La frutta richiede succhi gastrici completamente diversi da quelli delle proteine e dei carboidrati complessi e ha un tempo di digestione molto più rapido.
Se la consumiamo a fine pasto, la frutta va in fermentazione nello stomaco e rende più difficile la digestione di ciò che abbiamo mangiato durante il pasto.
I dolci dopo i pasti sono ugualmente una cattiva abitudine: portano gonfiore e acidità e sono spesso causa di aumento del peso.
Questo non vuole certo dire che dobbiamo eliminare la frutta o il dolce dalla nostra vita.
La frutta può diventare uno spuntino da fare a metà mattina o a metà pomeriggio. La stessa cosa vale per i dolci.

3. La cottura
Con la cottura abbiamo la possibilità di rendere l’alimento più digeribile e quindi più facile da trasformare in energia. Ogni cibo deve essere cotto al punto giusto e col metodo giusto (bollito, a vapore, ecc. Non fritto)

4. Le spezie
L’uso delle spezie in cucina è indispensabile per rendere digeribili i piatti e impedire che ti gonfino.
Se pensi che le spezie servano solo a dare più sapore ai piatti, ti sbagli! Alcune di esse possono attivare il metabolismo, rendono ogni piatto più digeribile e migliorano l’eliminazione.
La Curcuma, ad esempio, è disintossicante, tonica e depurativa del sangue. I semi di cumino favoriscono la digestione, migliorano il gusto e stimolano la secrezione dei succhi gastrici. I semi di finocchio rinforzano lo stomaco, e contrastano il gonfiore.

5. Non esagerare con le quantità
Mangiare troppo ci fa affaticare di più e ci fa produrre una minore energia.
Come accorgerti che è il momento di fermarsi? La regola è che dobbiamo sempre alzarci da tavola leggeri. Ci sarebbe posto nello stomaco per un’altra cosa, ma noi non la mangiamo.
Questo spazio che non andiamo a riempire, è tutto spazio che diamo allo stomaco per digerire correttamente.

Inoltre…

EPAZYME VIENE IN NOSTRO AIUTO!

Questo straordinario prodotto è ricco di sostanze necessarie per lo svolgimento di un corretto processo digestivo.

L’AZIONE DI EPAZYME, CON I SUOI ENZIMI DIGESTIVI, SI CONCENTRA NELL’OTTIMIZZARE LA DIGESTIONE DEGLI ALIMENTI.

EPAZYME, prodotto naturale drenante a base di erbe ed enzimi digestivi, risulta inoltre molto utile per l’eliminazione delle scorie metaboliche che tendono ad accumularsi in questo periodo. Esso favorisce un drenaggio del fegato, in modo da eliminare il più possibile le sostanze nocive presenti nei tessuti e raggiungere così un miglioramento di salute per l’intero organismo.

Segui i nostri consigli su come digerire bene e a fine pasto non ti sentirai gonfio, appesantito, stanco e sonnolente, ma soddisfatto e pieno di energia.

Seguici sui nostri SOCIAL!

Approfondimenti, offerte speciali, notizie dal mondo naturale e tanto altro!
Clicca su “MI PIACE” per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative!