CATTIVA DIGESTIONE IN GRAVIDANZA, 3 RIMEDI

I problemi digestivi sono molto frequenti durante la gravidanza, specialmente nel corso dell’ultimo trimestre. Questi fastidi tendono a risolversi spontaneamente dopo il parto, per cui non dovrebbero essere motivo di preoccupazione.
Dopo un consulto con il proprio medico, è bene sapere che adottando certi comportamenti, e facendo un po’ di attenzione, è possibile limitare il manifestarsi di questo genere di disturbi.
Vediamo allora 3 utili consigli:

1 – Alimentazione sana!
Per riuscire a digerire meglio, è bene evitare i cibi piccanti e gli alimenti che possono rivelarsi pesanti a causa di condimenti troppo elaborati. Una corretta alimentazione prevedrebbe anche di mangiare spesso e poco, in modo da non arrivare mai ad abbuffarsi. Infine, anche masticare lentamente aiuta la digestione.

2 – Attenzione a ciò che si beve.
Per evitare la cattiva digestione innanzitutto è sconsigliato bere molto durante i pasti. Evitare poi le bevande alcoliche che tendono ad aumentare l’acidità gastrica, rendendo difficile la digestione degli amidi. E’ poi sconsigliato ricorrere a bevande troppo calde o troppo fredde.

3 – Adottare la giusta posizione a letto.
Sarebbe opportuno evitare di dormire sul fianco destro o in posizione supina. In questo modo infatti i succhi gastrici potrebbero arrivare più facilmente all’esofago e provocare sintomi fastidiosi.
La posizione più comoda per dormire durante i nove mesi di gravidanza è quella sul  fianco sinistro perché in questo modo l’utero non preme sulla vena cava inferiore, non preme sul fegato e migliora la circolazione feto-placentare.

Seguici sui nostri SOCIAL!

Approfondimenti, offerte speciali, notizie dal mondo naturale e tanto altro!
Clicca su “MI PIACE” per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative!