INTEGRATORI DI FERRO: COME SCEGLIERE I MIGLIORI

Hai scoperto di avere una carenza di ferro e devi cominciare un’integrazione. Ma come orientarti tra i tanti prodotti presenti in commercio? Ecco alcune caratteristiche a cui prestare attenzione per scegliere gli integratori di ferro migliori.

Biodisponibilità

Il nostro organismo non ha bisogno di grandi quantità di ferro: anzi, più aumentiamo il dosaggio e più cresce anche il rischio di effetti collaterali. L’ideale è assumerne una quantità moderata, assicurandosi però che venga ben assorbita e che l’organismo sia in condizioni di sfruttarla a pieno. Il ferro dev’essere cioè altamente biodisponibile: questa è la principale caratteristica dei migliori integratori.

Allora, quali sono gli integratori maggiormente biodisponibili? Tutto dipende dalla forma di ferro che contengono.

I sali di ferro normalmente contenuti negli integratori, anche quelli maggiormente biodisponibili, vengono assorbiti solo per il 15-20%. Tutto il resto rimane all’interno dell’intestino e alla fine viene eliminato con le feci.

Esiste però un modo per ovviare a questo inconveniente: il ferro liposomiale (o microincapsulato). Questa tecnologia consiste nell’inserire i sali di ferro all’interno di un “guscio” formato da lipidi (grassi): una microcapsula detta liposoma. Il liposoma viene assorbito a livello intestinale così com’è, arriva direttamente al fegato e solo qui viene “aperto”. A questo punto il ferro viene prelevato e utilizzato dall’organismo per le sue necessità.

La cosa interessante è che l’organismo riesce ad assorbire i liposomi molto più facilmente rispetto al ferro libero. Al momento il ferro liposomiale costituisce la forma maggiormente biodisponibile di questo elemento, con un assorbimento tre/quattro volte maggiore rispetto agli altri integratori!

integratori di ferro migliori

Effetti collaterali

L’assunzione di integratori di ferro provoca spesso spiacevoli conseguenze a livello gastrointestinale: nausea, vomito, diarrea, dolori addominali. Questo perché, a contatto con la mucosa di stomaco e intestino, il ferro in virtù della sua azione pro-ossidante può creare irritazione. Inoltre i batteri sono particolarmente “ghiotti” di questo minerale, e ciò può stimolare un’eccessiva proliferazione di batteri intestinali potenzialmente dannosi, con conseguente disbiosi.

La formulazione liposomiale permette di ridurre drasticamente questi effetti collaterali. Il ferro, infatti, rimane ben protetto all’interno del liposoma per tutto il suo transito nell’apparato digerente, fino all’assorbimento. Non entra mai in contatto diretto con la mucosa gastrointestinale, né resta libero nell’intestino a disposizione della flora batterica. Inoltre la microincapsulazione elimina lo sgradevole sapore metallico del ferro!

Sostanze sinergiche

Negli integratori migliori il ferro è associato a sostanze che ne potenziano e completano l’azione, prima fra tutte l’acido folico.

L’acido folico è una vitamina indispensabile per la riproduzione cellulare. Agisce in sinergia con il ferro per stimolare la moltiplicazione dei globuli rossi, dunque l’associazione di queste due sostanze è ideale in caso di anemia.

L’acido folico contenuto nella maggior parte degli integratori, però, non è biologicamente attivo e per essere utilizzato dall’organismo deve essere trasformato nella sua forma attiva. Alcune persone, a causa di particolari mutazioni genetiche, non riescono a operare questa trasformazione in modo sufficientemente efficace e quindi non ottengono benefici dall’integrazione di acido folico. In Italia si stima che il 15-20% della popolazione abbia questo problema. La soluzione è assumere direttamente la forma metabolicamente attiva di acido folico, di cui tutti riescono a beneficiare.

FITOFERRUM FORTE contiene FERRO PIROFOSFATO LIPOSOMIALE, una particolare formulazione in cui il ferro si trova avvolto da una microcapsula in lecitina che funge da guscio protettivo. Questo garantisce:

  • MAGGIORE ASSORBIMENTO E BIODISPONIBILITÀ: tre/quattro volte in più dei normali integratori!
  • MINORI EFFETTI COLLATERALI GASTROINTESTINALI: nausea, vomito, diarrea, dolori addominali.
  • FERRO SOLO DOVE SERVE. Il ferro non rimane libero nell’intestino, dove potrebbe nutrire batteri patogeni, ma viene prontamente assorbito.

  • ASSENZA DI RETROGUSTO METALLICO.

FITOFERRUM FORTE contiene inoltre:

  • estratto di Spinacio e di Amaranto. Vegetali naturalmente ricchi in ferro, agiscono in sinergia con il Ferro Liposomiale, ricostituendo un fitocomplesso naturale.

  • Vitamina C naturale da Rosa Canina. Per ottimizzare l’assorbimento di ferro dagli estratti vegetali.

  • Acido Folico in forma metabolicamente attiva. L’assunzione contemporanea di ferro e acido folico stimola la moltiplicazione dei globuli rossi, contrastando rapidamente l’anemia.

Cosa aspetti?
Acquista FITOFERRUM FORTE, esclusivamente nel nostro shop online, a un PREZZO ECCEZIONALE!

Ti è piaciuto questo articolo? Allora fallo leggere anche ai tuoi amici!
Condividilo sui social e metti un “mi piace” al nostro profilo!

Condividi Articolo