MIOPIA: ”VEDIAMO” DI COSA SI TRATTA

La miopia e’ un problema della vista che affligge circa un terzo della popolazione; i pazienti affetti da miopia hanno difficoltà a leggere i segnali stradali e a vedere oggetti distanti, ma hanno una buona visione da vicino, per esempio per leggere o cucire.
La miopia è un disturbo visivo dovuto generalmente a una lunghezza eccessiva del bulbo oculare. Questo fa sì che i raggi di luce cadano in un punto davanti alla retina, e non sulla sua superficie.
Un’altra causa può essere un’alterata curvatura delle superfici rifrattive dell’occhio.

La gravità della miopia si misura in diottrie: esse indicano il potere delle lenti correttive necessario a compensare il difetto. La distanza massima a cui un soggetto riesce a vedere nitidamente è inversamente proporzionale al grado della miopia. Più alto e’ il numero di diottrie mancanti, più forte e’ il potere che le lenti dovranno avere per correggere il difetto visivo.

Capita spesso che le persone miopi accusino affaticamento della vista e, di conseguenza, soffrano di mal di testa; in particolare ciò può avvenire ad esempio quando guidano.
La miopia e’ spesso ereditaria e di solito appare durante l’infanzia. Se è presente, la miopia, si può riconoscere anche nei primi mesi di vita. L’esame è semplicissimo ed indolore, un medico esperto è in grado in pochi secondi di dirimere questo dubbio. In ogni caso i primi controlli oculistici sono opportuni a 3 e 6 anni.

La miopia generalmente e’ una malattia lievemente debilitativa che e’ facilmente correggibile, in molti casi con gli occhiali, le lenti a contatto o la chirurgia. Quest’ultima può ridurre o persino eliminare il bisogno di portare occhiali o lenti a contatto.

Ci sono però casi in cui la miopia e’ così grave che e’ considerata patologica. La miopia patologica, o degenerativa, si sviluppa tipicamente intorno ai 12 anni di età in soggetti con occhi dalla forma straordinariamente allungata. La percentuale dei soggetti con questa malattia e’ molto bassa.

E’ BENE SAPERE CHE…
E’ dubbio di molti se guardare la TV da vicino o il lavoro al videoterminale possano peggiorare questo difetto; in linea di massima questi atteggiamenti non sono in grado di comportare la comparsa di una miopia, mentre è dimostrato che il lavoro in ambienti poco illuminati ed il prolungato impegno con caratteri molto piccoli può comportare il peggioramento del difetto in soggetti predisposti.

Seguici sui nostri SOCIAL!

Approfondimenti, offerte speciali, notizie dal mondo naturale e tanto altro!
Clicca su “MI PIACE” per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative!