PARLIAMO DI IPERTENSIONE

Il problema dell’ipertensione è un tipico esempio di quanto sia importante fare attenzione ai segnali, anche lievi e superficiali, che ci invia il nostro organismo. Sì perché non sempre la pressione arteriosa alta si manifesta con dei sintomi chiari: sono molti gli italiani che soffrono di ipertensione, e che non ne sono consapevoli fino a quando non diventa troppo tardi… a quel punto è bene correre ai ripari e cercare di limitare i danni.
Il primo consiglio allora, è quello di misurare ogni tanto la pressione.
Per farlo, se non si dispone delle apparecchiature necessarie, basta recarsi in farmacia, dove il personale puo’ effettuare la misurazione.

L’ipertensione, come malattia, colpisce in primis l’apparato cardio – circolatorio.
In generale questo disturbo riguarda la pressione arteriosa, la cui irregolarità dipende da vari fattori concomitanti: si tratta di anomalie del volume del sangue, di funzionalita’ eccessiva o limitata del cuore, problemi di sclerotizzazione dei vasi sanguigni, ecc.
Il valore “giusto” della pressione umana non esiste. Esistono pero’ dei valori guida, che sono forniti dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) che individuano una scala a cui fare riferimento, e che serve anche a determinare il tipo di cura adatto ad ogni paziente. Il valore limite oltre il quale si esce di scala, e’ di 140/90, che non dovrebbero mai essere toccati per poter definire una persona come sana, dal punto di vista della pressione.

Come fare allora per scongiurare un disturbo di ipertensione?
Innanzitutto è bene intervenire sullo stile di vita: adeguare l’alimentazione, mantenersi in peso forma, fare del moto, ridurre certi alimenti e gli alcolici, evitare situazioni di stress, ecc.

Vediamo nello specifico qualche consiglio:

Camminare a passo
sostenuto
I pazienti ipertesi dovrebbero fare quotidianamente delle belle camminate a passo sostenuto: l’esercizio fisico aiuta il cuore ad usare l’ossigeno in modo più efficiente.

NO al sodio
Per chi soffre di ipertensione, il sodio è da evitare a tutti i costi: gli esperti consigliano di non ingerire più di 1,500 mg al giorno (mezzo cucchiaino di sale ne contiene 1,200 mg!!) Attenzione però, perchè la maggior parte del sodio lo ingeriamo nelle pietanze: meglio un cibo un po’ più insipido che troppo saporito.

Caffè? Meglio decaffeinato!
La caffeina non è di certo “amica” degli ipertesi: si tratta infatti di un vasocostrittore e sotto stress la situazione può peggiorare. Il cuore pompa più velocemente e la pressione inevitabilmente, sale. Meglio passare al decaffeinato.

Relax
Se il lavoro, l’organizzazione della casa, i figli, ecc. non permettono una vita tranquilla, è comunque bene cercare di ritagliarsi qualche momento di completo relax. Magari ascoltando musica distesi, facendo un bagno caldo, leggendo un libro.. qualsiasi cosa, purchè vi aiuti a rilassarvi.

Seguici sui nostri SOCIAL!

Approfondimenti, offerte speciali, notizie dal mondo naturale e tanto altro!
Clicca su “MI PIACE” per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative!