DIPENDENZA TECNOLOGICA E INSONNIA, A RISCHIO GLI ADOLESCENTI.

I ragazzi adolescenti passano sempre più ore davanti al computer, spesso anche di notte, sentendo poi la necessità di compensare le ore perse con un riposo mattutino o pomeridiano, rischiando così di compromettere gravemente il sistema nervoso con lo sviluppo del disordine mentale da dipendenza tecnologica e problemi di insonnia.
Sempre più spesso i ragazzi sono soggetti a disturbi che provengono dalla carenza di sonno e dalle troppe ore trascorse davanti agli schermi del computer.
Gli adolescenti sempre più coinvolti dai social network e dai vari interessi on line, per non rinunciare agli impegni quotidiani, si ritrovano a trascorrere le ore notturne davanti allo schermo di pc o smartphone, il chè si traduce in poche ore di sonno, che con il tempo diventano insonnia, un disturbo vero e proprio.
In Italia si calcola che il 45% dei ragazzi dorma meno di 6 ore per notte, davvero troppo poco. Questo deficit di sonno si manifesta nell’organismo con una carenza di melatonina.
Un giovane che su sette/otto ore di sonno ne perde anche solo un paio, il giorno dopo non sarà in forma come dovrebbe e gli sarà impossibile rendere bene anche a scuola.
Se questa situazione si prolunga nel tempo, possono sorgere problemi da non sottovalutare: poco sonno, cattivo rendimento scolastico, veglia difficoltosa e irritabilità.

In questo modo anche i rapporti umani possono essere compromessi e di conseguenza anche la vita sociale dell’adolescente diminuirà di qualità.
Per i giovani alcune regole dovrebbero essere rispettate, specialmente se al mattino si devono alzare per andare a scuola: spegnere il PC ad un orario consono, staccare il cellulare, rispettare l’orologio biologico dormendo a sufficienza, ecc.

Seguici sui nostri SOCIAL!

Approfondimenti, offerte speciali, notizie dal mondo naturale e tanto altro!
Clicca su “MI PIACE” per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative!