L’ESTATE SECONDO LA MEDICINA TRADIZIONALE CINESE

Il solstizio d’estate, cioè il giorno più lungo dell’anno, segna secondo l’antico calendario cinese l’apice dell’estate, cominciata già nel mese di maggio. Oggi ci troviamo quindi quasi al culmine della stagione estiva. Quali sono i suggerimenti degli antichi saggi cinesi per armonizzarsi con questa stagione e viverla al meglio?

Luce, calore, giornate lunghe e notti brevi, una natura nel pieno della sua attività: ecco ciò che caratterizza l’estate. “Cielo e Terra si uniscono e donano ai diecimila esseri fioritura e frutti”. E tutto ciò che è luce, calore e attività è yang. Dopo essere cresciuta durante tutta la primavera, in estate l’energia yang trova la sua massima espressione, mentre in corrispondenza l’energia yin (notte-buio-freddo-passività) è al suo minimo.

In estate l’energia si muove verso l’esterno, ha un movimento di apertura. E così anche noi: luce e calore ci nutrono e, se siamo in armonia con noi stessi e con l’ambiente, ci sentiremo svegli, attivi, pieni di vitalità, propensi al buonumore, meno stanchi e depressi. Abbiamo sufficienti energie anche se non dormiamo molto. Abbiamo voglia di passare le giornate all’aria aperta, di uscire la sera, di stare in mezzo alla gente e di divertirci.

Tutto questo è naturale, e assecondarlo è corretto. I saggi cinesi raccomandano infatti di accordare i ritmi del sonno a quelli del sole e quindi, in estate, di andare a letto tardi e alzarsi presto. Di rivolgere i propri interessi verso il mondo esterno (in contrapposizione all’inverno, quando risulta più appropriato un atteggiamento introspettivo). Di lasciare spazio alla gioia – intesa come gioia di vivere, serenità mentale e leggerezza – che è proprio l’emozione collegata all’estate, e di evitare invece rabbia e rancore. E di praticare regolarmente attività fisica.

secondo l'antica medicina cinese è fondamentale accordare il proprio stile di vita al ritmo delle stagioni

Con l’energia del sole che ci sostiene, questa è la stagione in cui siamo più ricchi e quindi possiamo spendere con più generosità le nostre energie, senza risparmiarci. Ma anche senza esagerare. Il rischio infatti è sempre quello di un eccesso. Un eccesso di gioia, ad esempio, quando questa diventa un’allegria che ci stordisce. O un eccesso di calore. Il calore, infatti, se da un lato è estremamente positivo quando moderato, diventa dannoso quando è eccessivo. In estate dunque dobbiamo fare attenzione a proteggerci dal troppo caldo, e in questo ci aiuta anche l’alimentazione.

Preferiamo cibi freschi e leggeri, verdure, frutta di stagione, pochi grassi. Marinature o cotture semplici, veloci, con acqua. Anche perché in estate anche l’energia del nostro organismo si sposta verso l’esterno, abbandonando gli organi interni, e di conseguenza la digestione sarà più debole che nelle altre stagioni. Le grigliate di carne, pur essendo da noi un rito tipicamente estivo, in realtà mal si adattano a questa stagione!

E infine, anche nel proteggersi dal caldo ci vuole misura. Tutto ciò che nell’organismo accade in presenza del caldo estivo, ad esempio la sudorazione, è naturale e funzionale allo sviluppo armonico dell’equilibrio nel corso dell’intero anno. Evitare il caldo eccessivo sì, ma evitare il caldo del tutto è dannoso e si rischia l’insorgere di squilibri. Per questo l’aria condizionata sarebbe vista con estremo sfavore da un medico tradizionale cinese! Non dobbiamo ingannare il nostro corpo, facendogli credere di essere in un’altra stagione.

Buona estate a tutti!

Sullo stesso argomento:
L’inverno secondo la Medicina Tradizionale Cinese 
La primavera secondo la Medicina Tradizionale Cinese 

Seguici sui nostri SOCIAL!

Approfondimenti, offerte speciali, notizie dal mondo naturale e tanto altro!
Clicca su “MI PIACE” per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative!