MENOPAUSA, E LA MEMORIA SE NE VA

Esiste un legame tra menopausa e memoria? Sì, e dipende dagli ormoni estrogeni.

Capita anche a te di scordare la password del cellulare? Oppure di entrare in una stanza e non sapere più per quale motivo? O, ancora, che non ti vengano in mentre le parole più semplici mentre parli con qualcuno?

Se hai cinquant’anni e improvvisamente hai iniziato a soffrire di vuoti di memoria di questo tipo, probabilmente pensi che la colpa sia degli anni che passano. E senza dubbio è vero che il normale processo di invecchiamento influenza la memoria e le capacità cognitive in genere. Ma per le donne esiste anche un fenomeno più specifico e particolare: la confusione mentale da menopausa, dovuta al fatto che menopausa e memoria sono strettamente collegate.

Infatti al contrario degli uomini, le cui abilità cognitive (in condizioni normali) declinano in modo molto lento e graduale con l’avanzare dell’età, molte donne sperimentano un cambiamento brusco e repentino proprio alle soglie della menopausa. All’improvviso si hanno problemi di memoria, si fatica a concentrarsi e a ragionare con chiarezza, ci si sente meno pronte e lucide.

Gli studi confermano che, quando si parla di concentrazione e di memoria e breve e a lungo termine, le donne hanno performance migliori degli uomini a tutte le età eccetto che tra i 45 e i 55 anni, fascia che coincide proprio con la pre-menopausa e l’ingresso in menopausa.

La colpa? È della tempesta ormonale che caratterizza il periodo immediatamente precedente e successivo all’ingresso in menopausa. Gli estrogeni, infatti, influenzano profondamente non solo l’apparato riproduttivo ma anche il cervello: difendono le cellule nervose dagli stimoli dannosi, le proteggono dalla degenerazione legata all’età, promuovono la creazione di nuove connessioni tra neuroni. In particolare l’ippocampo, il centro di controllo della memoria, contiene alti livelli di recettori per gli estrogeni.

Non c’è quindi da stupirsi se, quando gli estrogeni crollano bruscamente con l’arrivo della menopausa, anche la memoria e più in generale le capacità cognitive ne risentono. E a completare il quadro ci pensano altri disturbi molto comuni in questo periodo: ansia, depressione e insonnia, che contribuiscono anch’esse a ridurre la memoria e la capacità di attenzione e concentrazione.

menopausa e memoria

Menopausa e memoria: cosa fare?

I vuoti di memoria in menopausa sono un disagio molto comune – secondo alcune stime interessano il 60-80% delle donne in questa fascia di età – e possono impattare considerevolmente la qualità di vita, soprattutto in ambito lavorativo. Una donna può arrivare a pensare che ormai il suo cervello non funzionerà più come una volta, e che quindi non valga più la pena di pensare alla carriera.

Ma questo è un grosso errore, perché le capacità cognitive non sono perdute per sempre: come le vampate, infatti, anche la confusione mentale passa con il tempo, una volta superata la delicata fase di passaggio tra età fertile e menopausa. Gli studi confermano che nella fase post-menopausale, quando la situazione ormonale si stabilizza trovando un nuovo equilibrio, le capacità di memoria e concentrazione tornano normali, ossia in linea con l’età. Il primo consiglio è, quindi: non preoccuparti troppo!

Nel frattempo è bene essere pazienti e gentili con se stesse e prendersi cura di sé, perché il benessere cognitivo richiede attenzioni esattamente come quello fisico. Per preservare la memoria e lucidità mentale è essenziale fare attività fisica, dormire a sufficienza, alimentarsi in modo sano ed equilibrato, smettere di fumare: seguire cioè tutti i capisaldi di uno stile di vita salutare. E poi, socializzare! Che si tratti di una semplice chiacchierata tra amiche oppure di un’attività di volontariato, è scientificamente provato che impegnarsi in attività sociali aiuta a mantenere e potenziare le capacità mentali, soprattutto durante l’invecchiamento, e a migliorare l’umore.

Disturbi della Menopausa?
NutraLabs ti propone
PSYCHE LIBERA-VAMP!

I componenti di PSYCHE LIBERA-VAMP:

  • Salvia (3salviCALM®, l’unico estratto di Salvia titolato in flavonoidi totali, acido rosmarinico e olio essenziale): ricca di fitoestrogeni, che aiutano a riequilibrare l’assetto ormonale sia quando il livello di estrogeni è eccessivo sia quando è carente;

  • Griffonia (estratto titolato in 5-HTP): attiva specialmente sul tono dell’umore.

Questi ingredienti rendono PSYCHE LIBERA-VAMP efficace nel contrastare le problematiche tipiche della menopausa e della perimenopausa, dalle vampate alla ritenzione idrica, ai disturbi del sonno e dell’umore.

Cosa aspetti?
Acquista PSYCHE LIBERA-VAMP, esclusivamente nel nostro shop online, a un PREZZO ECCEZIONALE!

Ti è piaciuto questo articolo? Allora fallo leggere anche ai tuoi amici!
Condividilo sui social e metti un “mi piace” al nostro profilo!

Condividi Articolo

Leave a Reply