REFLUSSO GASTROESOFAGEO? I PROBIOTICI POSSONO AIUTARTI

La malattia da reflusso gastroesofageo è una condizione molto comune: si stima che interessi dal 10 al 20% della popolazione europea. Si verifica quando il contenuto gastrico risale nell’esofago, irritandolo e dando origine ai sintomi tipici: bruciore nella zona dello sterno, rigurgito, tosse, dolore al torace, sensazione di nodo alla gola.

In alcuni casi, col tempo possono crearsi vere e proprie erosioni nella mucosa (esofagite); senza contare che la costante infiammazione è un fattore che favorisce l’insorgenza di cancro. Un disturbo quindi da non sottovalutare, non solo per il fastidio dovuto ai sintomi ma anche per le possibili – anche se rare – complicanze.

i probiotici possono aiutare contro il reflusso gastroesofageo

La terapia farmacologica di solito prevede l’uso di antiacidi o inibitori di pompa protonica. Questi ultimi, in particolare, possono avere effetti collaterali non da poco, come disbiosi intestinale e riduzione dell’assorbimento di alcune vitamine e minerali (ne abbiamo parlato dettagliatamente in questo articolo).

Ma sapevi che anche i probiotici possono essere d’aiuto?

Spesso si pensa che i probiotici agiscano solo a livello intestinale; invece gli studi scientifici dimostrano che la loro azione positiva si esplica anche nel tratto superiore dell’apparato digerente. A livello dello stomaco, ad esempio, questi “batteri buoni” possono regolare la produzione di acido e migliorare la digestione, accelerando di conseguenza lo svuotamento gastrico. Possono poi agire direttamente sulla mucosa dell’esofago, riducendo l’infiammazione e diminuendo la permeabilità dell’epitelio, rendendo quindi più efficiente la sua funzione di barriera.

I risultati? Secondo una recente revisione della letteratura scientifica, ben il 79% degli studi che hanno testato l’utilizzo di probiotici in pazienti con reflusso gastroesofageo riportano risultati positivi in termini di uno o più di questi sintomi:

  • riduzione del rigurgito
  • riduzione del bruciore di stomaco
  • riduzione del dolore, addominale o epigastrico
  • riduzione di nausea e vomito
  • riduzione di gonfiore e pesantezza di stomaco
  • riduzione delle eruttazioni
  • miglioramento della digestione

Inoltre, se sei in terapia con inibitori di pompa protonica, è ancora più importante assumere probiotici per proteggerti dalla disbiosi e dalla proliferazione di batteri patogeni che si associa all’assunzione di questi farmaci, e mantenere o ristabilire l’eubiosi intestinale.

Il nostro suggerimento:
Se soffri di reflusso, prova NATURAFLORA PLUS!

Il probiotico di alta qualità, composto dai ceppi batterici ad oggi ritenuti più importanti per mantenere il naturale benessere dell’intestino e, di conseguenza, dell’intero organismo.

NATURAFLORA PLUS può essere assunto senza alcun problema anche per periodi molto prolungati. Puoi acquistarlo in tutte le farmacie, e sul nostro shop online a un prezzo scontatissimo!

Seguici sui nostri SOCIAL!

Approfondimenti, offerte speciali, notizie dal mondo naturale e tanto altro!
Clicca su “MI PIACE” per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative!