MALANNI INVERNALI? PREVIENILI CON I PROBIOTICI

Autunno e inverno sono le stagioni delle malattie respiratorie – raffreddori, tracheiti e laringiti hanno già fatto la loro comparsa, mentre l’influenza vera e propria è attesa a breve. Si presentano con sintomi locali (mal di gola, tosse, naso chiuso) e sistemici (stanchezza, mal di testa, febbre, dolori muscolari e articolari) e di norma guariscono da sole in un tempo che può andare dai tre ai sette giorni.

Si tratta di malattie virali, quindi causate non da batteri ma da virus: gli antibiotici di conseguenza non servono a nulla, a meno che non subentri un’infezione batterica come bronchite, polmonite o otite; mentre antipiretici e antinfiammatori (paracetamolo, ibuprofene, ecc.) non hanno nessuna azione contro i virus e non aiutano a guarire la malattia, ma eliminano soltanto i sintomi. Esistono anche alcuni farmaci antivirali approvati per la prevenzione e/o il trattamento dell’influenza (in Italia sono quattro: oseltamivir, zanamavir, amantadina e rimantidina), ma presentano parecchie controindicazioni ed effetti collaterali, e inoltre esiste la possibilità che i virus sviluppino resistenza: per queste ragioni gli antivirali devono essere assunti esclusivamente dietro prescrizione e sotto controllo medico, e vengono riservati per i casi più gravi o le persone particolarmente fragili. Nella stragrande maggioranza dei casi, quindi, è semplicemente l’attività del nostro sistema immunitario che ci protegge dalle sindromi influenzali e ci fa guarire quando ci ammaliamo.

Esiste qualche modo per aiutarlo?
La risposta è sì.
I probiotici aiutano a prevenire i malanni invernali.
Studi scientifici dimostrano che chi durante il periodo invernale assume probiotici si ammala di meno (la probabilità di ammalarsi diminuisce di quasi il 50%), e quando si ammala guarisce più rapidamente (gli episodi durano in media quasi due giorni in meno) ed è meno a rischio di complicanze. Una ricerca ha addirittura stimato che se negli Stati Uniti tutti assumessero probiotici si risparmierebbero ogni anno 1,4 miliardi di dollari in spese mediche e perdita di produttività legate ai malanni invernali!

Ma i probiotici non lavorano sull’intestino?
Cosa ha a che fare questo con le malattie respiratorie come raffreddore e influenza?

Il fatto è che nell’intestino è concentrato il 60-70% del nostro sistema immunitario, cosa che conferisce a quest’organo un’importanza fondamentale nel regolare le funzioni immunitarie dell’organismo. Nell’intestino quindi i probiotici interagiscono con le nostre naturali difese e sono in grado di potenziarle in diversi modi: migliorano la capacità dei globuli bianchi di fagocitare e uccidere gli agenti estranei, fanno aumentare la produzione di anticorpi. Il risultato è una maggiore efficienza nel prevenire e combattere le infezioni, anche quelle respiratorie.

Cosa fare dunque per prepararsi al meglio alla stagione invernale?

Il nostro consiglio è di cominciare subito ad assumere NATURAFLORA PLUS, il probiotico di alta qualità che contiene i ceppi ad oggi ritenuti più efficaci per supportare il benessere dell’organismo.
Due capsule al giorno, da oggi fino alla fine della stagione fredda, ti aiuteranno a vivere l’inverno in serenità.

Acquista subito NATURAFLORA PLUS sul nostro sito a un PREZZO SPECIALE!
CLICCA QUI per scoprire la PROMOZIONE!

E poi…
Massima attenzione alla prevenzione, cercando di evitare il contatto con persone malate e la permanenza prolungata in luoghi chiusi e affollati.
Lavare spesso le mani con acqua e sapone aiuta a proteggersi dai germi.
E per mantenere in forma le difese immunitarie è importante alimentarsi in modo sano, con molta frutta e verdura, tenere sotto controllo lo stress, dormire a sufficienza e fare attività fisica – tutte buone abitudini che dovrebbero far parte della nostra vita quotidiana.

Se poi ci ammaliamo…
la regola di base per guarire più in fretta è: riposo. Evitiamo di andare al lavoro e in generale di uscire di casa se non è indispensabile (una cautela fondamentale anche per non contagiare gli altri!), dormiamo il più possibile. È necessario bere molto per evitare la disidratazione: acqua, tisane, brodi. Valutiamo con attenzione se assumere antipiretici e antinfiammatori: ci tolgono un fastidio – che se restiamo a casa è spesso sopportabile – al prezzo di inibire la naturale reazione dell’organismo (febbre, infiammazione), con il rischio che la malattia duri di più.

Un buon inverno a tutti!

Seguici sui nostri SOCIAL!

Approfondimenti, offerte speciali, notizie dal mondo naturale e tanto altro!
Clicca su “MI PIACE” per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative!