HO LA CANDIDA, COME MI VESTO?

Se si soffre di candida, è bene porre grande attenzione a come vestirsi. Indumenti “sbagliati”, infatti, possono impedire la corretta traspirazione della pelle, creando un ambiente umido che favorisce la presenza di germi e batteri nocivi, con conseguente sviluppo di micosi.

No allora a biancheria intima sintetica, colorata o troppo stretta, no a pantaloni o collant troppo aderenti che possono causare irritazione locale e eccessiva sudorazione.

 a biancheria intima di cotone, una fibra naturale che, meglio di qualsiasi altra, garantisce protezione e freschezza.

Ma vediamo, nello specifico, alcuni consigli pratici su come vestirsi se si soffre di candida.

Preferire la gonna ai pantaloni
Soprattutto se aderenti, i pantaloni possono limitare la traspirazione. Non per forza si deve rinunciare, ma in tal caso, meglio optare per tessuti che favoriscano la traspirazione e modelli ampi di cavallo.

Evitare i collant
E, in generale, tutti gli indumenti intimi in fibra sintetica (nylon, microfibra, ecc.)
E’ preferibile usare calzini corti o, se non si vuole rinunciare alla calza lunga sotto la gonna, ricorrere alle autoreggenti, che non vanno a contatto con le parti intime.

Lavare la biancheria intima a 60 gradi
In questo modo si sarà certi di aver eliminato la candida.

Asciugare bene gli indumenti in un ambiente arieggiato
E’ bene evitare che gli abiti restino umidi.

Evitare l’uso eccessivo di detersivi e risciacquare con abbondante acqua corrente
Bisogna evitare che rimangano sui tessuti residui di detersivo, che rischierebbero di irritare ulteriormente la pelle. Evitare altresì gli ammorbidenti e gli additivi, specie se arricchiti con profumi.

Evitare di stare a contatto in modo prolungato con i tessuti sintetici che rivestono i sedili delle automobili
In caso di un lungo viaggio, meglio rivestire le sedute con tessuti traspiranti, servendosi ad esempio di un asciugamano di cotone.

E se tutto questo non basta…

HAI GIA’ SENTITO PARLARE DI MICOTIROSOLO?

MICOTIROSOLO è il primo prodotto al mondo che sfrutta l’efficacia dell’Idrossitirosolo per contrastare la proliferazione della Candida.

MICOTIROSOLO è stato oggetto di un recente studio effettuato presso il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico e il Policlinico Universitario La Sapienza di Roma, che ha testato l’efficacia del Micotirosolo su pazienti che nell’ultimo anno avevano avuto fino a 12 recidive di vaginiti da candida. L’83% delle pazienti NON ha avuto recidive e il 90% ha giudicato ottima l’integrazione di Micotirosolo! [1]

CLICCA QUI per maggiori informazioni!

[1] M.A. Zullo, M.C. Schiavi, A. Di Pinto, G. Prata, M. Scudo, P. Luffarelli, C. Oliva “Efficacy and safety of oral administration of a product based on hydroxytyrosol as preventive therapy for recurrent vulvo-vaginal candidosis: a prospective observational pilot study” Eur Rev Med Pharmacol Sci 2020; 24 (13): 7427-7432

Seguici sui nostri SOCIAL!

Approfondimenti, offerte speciali, notizie dal mondo naturale e tanto altro!
Clicca su “MI PIACE” per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative!

Condividi Articolo